Magazzino delle Zattere, Venezia – 31 August > 30 September 2018

“Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare”
Daniel Pennac

Nell’era del digitale l’arte espressa attraverso l’obiettivo di una macchina fotografica ha assunto una nuova valenza: ogni giorno leggiamo riviste, navighiamo siti, guardiamo annunci.. e sebbene possa non sembrarci così diretta la correlazione tra l’attenzione prestata ai titoli e le immagini ad essi correlate, il fulcro della comunicazione è l’immagine.

L’intuitività, l’immediatezza e la reazione che i fotogrammi restituiscono all’osservatore non vengono rese da nessun altra espressione artistica, e sebbene originariamente la maestria dell’artista si misurasse nel tempo speso nello studio del soggetto e nella minuziosità dei dettagli (basti pensare al maestro Buonarroti, che spese 4 mesi a fissare il “male abbozatum et sculptum” prima di iniziare a scolpirvi il suo celeberrimo David) sembra esserci stata negli ultimi decenni un’inversione di rotta, tale da far bensì apprezzare colui in grado – in un solo caduco istante – di fissare un’espressione, un paesaggio, un attimo di storia.

Spinti dall’amore per la fotografia e Consapevoli di questa incedente tendenza, nel 1955 un gruppo di fotografi olandesi indette per la prima volta un concorso (il “World Press Photo”) al fine di presentare il proprio lavoro ad un pubblico internazionale. Da questa primordiale iniziativa prese forma uno dei più rinomati contest fotogiornalistico al mondo, che da oltre 60 anni funge da collante tra pubblico e professionisti offrendo uno storytelling journalism di qualità e genuinità.

Arrivato nel 2018 alla sua 61ma edizione e tour mondiale, il concorso è sbarcato per la prima volta a Venezia, presso il Magazzino alle Zattere. Dal 31 agosto al 30 settembre 2018 la mostra ‘World Press Photo 2018’, organizzata da 10b Photography con il patrocinio del Comune di Venezia – Città in festa, ha infatti abitato le sale del civico 417 del Sestiere di Dorsoduro.

Quest’anno la giuria ha scelto e classificato le 307 fotografie finaliste in 8 sezioni, tra le quali spicca nella categoria sport News la foto dell’anno di Ronaldo Schemidt (Caracas, 1971), scatto raffigurante un giovane in fuga, avvolto dalle fiamme, durante la manifestazione tenutasi a Caracas nel Maggio 2017 contro il presidente Nicolás Maduro.

Dell’allestimento di queste opere, testimonianza storica del nostro tempo, si è occupata MTEC ITALIA SRL.

 

Informazioni:

World Press Photo Exhibition 2018
31 August – 30 September 2018
Fondamenta degli Incurabili, Zattere 417, Dorsoduro – Venice

 

Collegamenti:

www.worldpressphoto.org/exhibitions/2018-exhibition/venice
www.remweb.it/world-press-photo-in-mostra-a-venezia
www.worldpressphoto.org

 


 

Servizi precedentemente svolti per questo committente:

MTEC ITALIA è in collaborazione con Mtec Freight Group, gruppo Inglese specializzato nell'imballaggio e nel trasporto di opere d'arte e nelle grandi installazioni.

Visita il sito web per saperne di più

L'azienda è una società italiana composta da uno staff giovane e moderno in cui sono confluite esperienza, affidabilità e serietà dei professionisti che la costituiscono. Nata dal connubio tra un importante gruppo inglese e professionisti italiani.

Lo staff di MTEC ITALIA è specializzato nel trasporto di opere d'arte per musei, mostre e gallerie d'arte.

Forniamo servizi completi, "chiavi in mano", studiati su misura per ogni cliente, clicca qui e scopri di più sulla nostra attività.

Indirizzo: Via delle Macchine 29/1
30175 - Venezia (VE) - Fraz. Marghera
Telefono: 041 936717
Fax: 041 5385410
Email: info@mtecitalia.it
PEC: macoitalia@legalmail.it

Seguici anche su:
Termini d'uso e informativa sui cookies
Chiamaci ora